Le 10 bugie maggiormente dette

1 min


Le persone, spesso e volentieri, mentono. Che si tratti di bugie piccole o grandi, la nostra società mente su argomenti comuni, talvolta imbarazzanti, come il proprio peso corporeo o la propria vita sessuale, presente o passata.
A volte si dicono bugie a fin di bene, dette per non complicare una determinata situazione, altre si cerca di evitare problemi o semplicemente “omettere” (una buona alternativa alla bugia) con un determinato quanto efficacissimo “Ne parliamo dopo!”. Una ritirata strategica.

1. Non riderò. Promesso.

Quante volte ci siamo trovati dinanzi una situazione tragicomica, da dover raccontare al/la proprio/a migliore amico/a introducendo l’argomento con questa frase?
Bene, sappiate che se davvero l’interlocutore non ha riso dopo aver ascoltato, lo farà inevitabilmente dopo, alle vostre spalle.

2. Stavo scherzando!

Cose da annotare sulla propria agenda: c’è tanta, tantissima differenza tra ciò che si dice e ciò che si pensa. Uno “Stavo scherzando!”, in genere, lo si pensa.

3. Scusami, non ho letto il tuo SMS, forse ho problemi col cellulare!

Un buon metodo per scrollarsi qualsiasi tipo di richiesta da dosso, testato e comprovato dal 99% della popolazione mondiale.
Ovviamente questa scusa può assumere diverse connotazioni, a seconda della tecnologia: “Scusami, non ho letto il tuo messaggio su facebook/la tua mail/il tuo twit, forse ho problemi con internet!”

4. L’età

Restare giovani il più a lungo possibile è il sogno di chiunque, d’altronde basta accendere la tv per assistere ad una pressione costante da parte dei media che pubblicizzano i prodotti anti età.

5. Ho letto e accetto i termini e le condizioni

Acquistare un volo su internet, vincere un’asta su ebay, scaricare il puntualissimo (e spesso inutile) aggiornamento del Flash Player: azioni, queste, che richiedono un’accuratissima lettura dei termini e delle condizioni del contratto.
Ma noi ci fidiamo.

6. Sto bene

Come stai? Domanda più frequente. Sto bene. Bugia ancor più frequente.

7. Sì, va tutto bene. Sono solo un po’ stanco.

Una litigata col proprio partner, una giornata storta a scuola, all’università o al lavoro ed il malumore predomina il nostro stato d’animo. La scusa della stanchezza è un must, viene usata quando non si ha voglia di dare ulteriori spiegazioni.

8. Ok, guardo l’ultima puntata poi esco.

Questa bugia viene detta da chi passa la maggior parte delle proprie giornate a seguire serie tv. Sono bugiardi facilmente riconoscibili in quanto il 76,4% delle loro conversazioni riguardano la premiere o il finale di stagione di X serie*.

9. Scusa, ma i miei genitori hanno detto “NO”.

La carta dei genitori viene usata per scrollarsi di dosso qualsiasi disappunto. Ma attenzione a non giocarla troppo spesso: ormai anche i genitori hanno un accesso ad internet, nonché un account facebook. Potrebbe, inconsapevolmente, mandare a monte la vostra bugia!

10. No, non sei grassa!

Quante volte, soprattutto le donne, si son dette tra loro questa frase? Magari dopo aver provato l’ennesimo vestito figo ma che pare faccia i fianchi larghi?
Se sappiamo di avere qualche rotolino in più, c’è** e non verrà mai loscamente oscurato alla vista della propria amica.

* Per approfondire il tema della riconosciblità basta googlare la parola nerd.

**Consiglio: il nero sfina, evitare roba a strisce. E no, quel maglione fluo è osceno.

 


Like it? Share with your friends!